cinema

PRODUZIONE

il prigioniero

Feederico Olivetti, Italia, 2019, 16′, Italiano

Paolo e Maria sono due sposini ordinari che vivono alle porte del paese. Una mattina Paolo esce di casa per comprare del pesce e non torna più. Giù in paese, in piazza, una donna è stata derubata di una preziosa collanina da un malandrino sedicenne che riesce a scappare dopo il misfatto e Paolo, incrociandosi con la donna e la gente del paese, viene additato dalla vittima e accusato del furto. Allora scappa ma alla fine viene acciuffato da un poliziotto e portato in una cantina. Lì il poliziotto gli ordina di stare immobile ad aspettare il suo ritorno. Nel frattempo la moglie, dopo averlo cercato in lungo e in largo, ne ritrova il berretto e lì accanto, attraverso una grata, vede il marito. Paolo le fa capire che non è il caso di contravvenire gli ordini ricevuti e così i due decidono di attendere assieme il ritorno del poliziotto. Trascorrono i giorni ma nessuno torna più mentre loro vivono in quella cantina fino al momento in cui vengono scambiati per dei senzatetto da alcuni ragazzini e abitanti del condominio. Solo allora il poliziotto giunge sul posto, invita la gente a sgomberare e inveisce contro Paolo e Maria intimando loro con violenza di andarsene. Paolo spaventato e sbalordito si trascina con Maria fuori dalla cantina. Alla fine, distrutti, Paolo e Maria tornano a casa.

DISTRIBUZIONE

Still Recording (Lissa ammetsajjel)

Saeed Al Batal, Ghiath Ayoub, Syria – Libano – Qatar – Francia – Germania, 2018, 116′, Arabo Sub. Inglese

Saeed è un giovane cinefilo che cerca di insegnare ai giovani di Ghouta, in Siria, le regole del cinema, ma la realtà che si trovano ad affrontare è troppo dura per seguire alcuna regola. Il suo amico Milad vive dall’altra parte della barricata, a Damasco, sotto il controllo del regime,  dove sta terminando gli studi d’arte. Un giorno, Milad decide di lasciare la capitale e raggiungere Said nella Douma assediata. Qui i due mettono in piedi una stazione radio e uno studio di registrazione. Tengono in mano la videocamera per filmare tutto ciò che li circonda, fino a quando un giorno sarà la videocamera a filmare loro…

In collaborazione con

DISTRIBUZIONE

mambor

Gianna Mazzini, Italia, 2017, 47′, Italiano

Uno sguardo intimo sulle opere e la vita di Renato Mambor, artista della Scuola romana di Piazza del Popolo, oltre che attore, autore e regista teatrale. Gianna Mazzini ha instaurato con Mambor e la sua compagna, Patrizia Speciale, un rapporto di amicizia profonda, seguendolo per quindici anni fino al giorno della sua scomparsa, nel dicembre del 2014. Era stato Mambor stesso a chiederle un documentario, senza musica, e lo straordinario materiale raccolto e assemblato in questo film gli restituisce un ritratto inedito.

In collaborazione con

CO-PRODUZIONE   REGIA   DISTRIBUZIONE

Alain Danielou – Il labirinto di una vita

Riccardo Biadene, Svizzera/Italia 2017, 78′, Italiano / Inglese / Francese

Un avventuroso viaggio musicale attraverso l’India, da Shantiniketan, Varanasi, Chennai e Pondicherry, a Parigi, Berlino, Venezia e Roma tra gli anni ’30 e ’80 del ‘900, alla scoperta della vita e dell’opera di un uomo che ha portato l’India in Occidente, l’indologo e musicologo francese Alain Daniélou. Amico di Gide, Tagore, Ravi Shankar e Bejart, ha curato per l’UNESCO la prima collana di world music della storia.

In collaborazione con

PRODUZIONE   DISTRIBUZIONE

aquagranda in crescendo

giovanni pellegrini, Italy, 2017, 77′, Italian, sub. Ita / Eng

Il Teatro La Fenice durante la realizzazione di Aquagranda, l’opera-evento che commemora i 50 anni dal 4 novembre 1966, quando Venezia venne colpita dall’alluvione più devastante della sua storia. Attraverso testimonianze, musiche, immagini di repertorio ed i lavori di preparazione dello spettacolo, AQUAGRANDA IN CRESCENDO narra un momento cruciale della storia della città lagunare. L’opera AQUAGRANDA è stata presentata in anteprima mondiale al Teatro La Fenice di Venezia il 4 novembre 2016. Ha vinto il premio speciale Abbiati 2017.

In collaborazione con